Agenzie matrimoniali. Caratteristiche e definizioni

L’Agenzia Matrimoniale è una attività privata con la finalità di permettere a persone iscritte di conoscere altre persone a scopo di una relazione affettiva.
In Italia per poter esercitare questa attività è necessario essere in possesso della autorizzazione concessa dalla Questura competente per zona, dimostrando la disponibilità dei locali in cui verrà prestata l’opera e dimostrando di non avere subito condanne penali per reati che risultino incompatibili con tale attività.
E’ quindi da escludere, per la normativa vigente in Italia, un’attività di Agenzia Matrimoniale esclusivamente fornita tramite Internet, ma è sempre e comunque necessario prestare i servizi avvalendosi di una sede fisica (ufficio). Non è quindi da confondere un sito di Incontri con un’Agenzia Matrimoniale. Un sito si compone anche solo esclusivamente tramite programmi informatici automatizzati, mentre un’Agenzia presuppone il lavoro concreto di consulenti personali.
Le agenzie matrimoniali si possono suddividere in due categorie per tipologia di presentazioni :

Alcune forniscono anche entrambe le possibilità, ma in genere per il secondo tipo di presentazioni, si appoggiano a servizi esteri convenzionati (aumentando di molto i corrispettivi richiesti).
Le agenzie matrimoniali si possono ancora suddividere in ulteriori due categorie per tipologia di gestione :

Le prime sono parti di un’organizzazione che fornisce gli elementi per iniziare l’ attività sotto il proprio marchio e richiedendo al franchisee (gestore) delle royalties sugli iscritti, un fee di ingresso, dei canoni periodici (una o più di queste opzioni). Le altre sono piccole realtà, spesso operanti da anni nella stessa zona, gestite a livello personale (a volte anche con diverse sedi).

Tutte le agenzie matrimoniali richiedono una quota di iscrizione per usufruire dei loro servizi, di importo variabile da qualche centinaia di Euro fino a diverse migliaia, in relazione alla tipologia di agenzia, alla durata e complessità del servizio proposto, alle promozioni etc..
A volte, per incrementare le iscrizioni femminili spesso carenti, vengono offerte iscrizioni gratuite (oppure a costi ridotti) alle donne, cercando di compensare lo sbilanciamento tra iscritti maschili e femminili.
Le condizioni di iscrizione sono (dovrebbero essere, almeno) regolate da un contratto, le cui clausole dovrebbero riflettere le garanzie sull’opera svolta, la durata del servizio, le garanzie per la privacy. Non di rado questi contratti sono stati oggetto di contestazione da parte delle associazioni di consumatori per la natura vessatoria delle clausole in essi contenute, questo particolarmente nel caso do grandi organizzazioni in franchising.